Il b&b Dolce Dormire, oltre a trovarsi a pochi minuti a piedi dal centro città offre comodi collegamenti con le spiagge e i siti archeologici della Sicilia. 

Per quanto riguarda la possibilità di fare escursioni, ci sono i mezzi pubblici (treni e bus) oppure i pullmans di ditte private.

Le escursioni consigliate per la città sono molteplici, e si possono suddividere in vari itinerari:

 

A-Palazzo reale (o dei Normanni), con la famosa Cappella Palatina, ricca di splendidi mosaici; la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, Porta Nuova, il Museo Archeologico Regionale, la Cattedrale col Tesoro, le chiese di Ss Salvatore, S.Giuseppe dei Teatini, S. Matteo; i Quattro Canti, Piazza Pretoria, la Chiesa della Martorana.

B-Piazza Kalsa, La Chiesa della Magione, la Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, la Chiesa di Santa Teresa, la Chiesa di S.Maria della Pietà, la Chiesa di Santa Maria La Nuova, Piazza Marina, la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli, Santa Maria della Catena, Palazzo Steri, Palazzo Abatellis che ospita la Galleria Regionale della Sicilia, Porta Felice, L’Orto Botanico, tra i più ricchi d’Europa, la Chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi.

C-Il Teatro Massimo, la Chiesa di Sant’Agostino, la chiesa di Sant’Ignazio, la Chiesa di San Domenico, la Chiesa di S.Maria in Valverde, il Castello a Mare.

D-il Castello della Zisa, la Chiesa e le Catacombe dei Cappuccini, la Cuba, la Chiesa di S.Spirito, Monreale (Duomo e Chiostro).

E-itinerario archeologico: al di sotto del centro storico di Palermo sono sepolti i resti dell’antica Panormos, che insieme a Mothia e Solunto, fu una delle città dove si ritirarono i Fenici. Di notevole interesse grotte, necropoli, graffiti.

F– teatri, una quindicina (tra cui anche quelli dei pupi siciliani)e musei, una ventina

G-i mercati: La Vucciria, Il Capo, Ballarò, Casa Professa, I lattarini, Mercato delle Pulci, Mercatino di Piazza Marina, Mercatino dell’Antiquariato

H-parchi e giardini.

 

A Palermo quasi ogni monumento/chiesa è una testimonianza ricca e varia delle colonizzazioni arabe, normanne, spagnole, fenicie che si sono susseguite nell’isola; ogni marmo, affresco, mosaico, loggiato, ogni arcata, cupola, facciata è quindi espressione di diverse culture (presenti lo stile barocco, bizantino, orientale, rinascimentale, gotico, romanico, neoclassico, medievale…)